Corsi   AUTOFINANZIATI CORSO DI ALFABETIZZAZIONE DELLA LIS (LINGUA DEI SEGNI ITALIANA)

CORSO DI ALFABETIZZAZIONE DELLA LIS (LINGUA DEI SEGNI ITALIANA)


Condividi su FB

CORSO DI ALFABETIZZAZIONE DELLA LIS (LINGUA DEI SEGNI ITALIANA)
PROGRAMMA

I segni utilizzati nella comunicazione tra sordi costituiscono una vera e propria lingua: LA LINGUA DEI SEGNI.
Con il graduale processo d'identificazione della LIS (Lingua Italiana dei Segni) come una vera lingua, la figura dell'interprete ha assunto un proprio profilo professionale acquistando un ruolo significativo ed importante nell'ambito della cultura e della comunità dei sordi.
Relativamente al'inquadramento professionale, esiste dal 1988 una risoluzione del Parlamento Europeo sulle lingue dei segni, con la quale gli Stati Membri si impegnano a riconoscere ufficialmente il linguaggio mimico gestuale nazionale quale insostituibile mezzo di comunicazione e integrazione delle persone sorde.
Nate dalla necessità delle persone sorde di comunicare, le lingue dei segni sono apparse prestissimo nella storia dell'umanità e si sono sviluppate diversamente in ogni regione del mondo in quanto veicoli della storia e della cultura.
Le LIS sono lingue a tutti gli effetti, rispondono alle esigenze strutturali di ogni lingua, consentono la creazione di nuovi lessici in risposta alle evoluzioni sociali e tecniche, e presentano qualità espressive e spaziali propizie alla creatività poetica e teatrale.

DESTINATARI
tutti i docenti di ogni ordine e grado

DURATA E STRUTTURA
30 ore da effettuarsi in 10 incontri con cadenza settimanale

Quota partecipazione
350,00€

Materiale didattico
sarà fornita una pen-drive contenente tutto il materiale didattico utilizzato durante il percorso formativo

Attestato partecipazione
verrà rilasciato un attestato di frequenza, riconosciuto dal MIUR (Ministero Istruzione Università e Ricerca) al raggiungimento minimo del 75% del monte ore previsto.

MODALITA' PAGAMENTO
bonifico o contanti
per tutti i dicenti è prevista la possibilità di utilizzo dei voucher

OBIETTIVO
La finalità principale del corso è quella di far apprendere le tecniche più adeguate per costruire un ponte comunicativo tra l'alunno sordo ed il suo interlocutore udente, in ambiente sia scolastico che domiciliare, così che trovi concreta attuazione quella integrazione scolastica di cui alla legge 104 del 1992. Fornire una serie di regole deontologiche di comportamento indispensabili nello svolgimento della professione di assistente alla comunicazione, ricordando sempre che il deficit uditivo non pregiudica gli aspetti cognitivi del soggetto, ma ne condiziona però la vita sociale e gli aspetti logopedici della comunicazione.

PROGRAMMA
PARTE TEORICA:
- comunità, cultura e storia dei sordi;
- comunicazione, acquisizione della lingua e problematiche psico-sociali dei sordi;

PARTE PRATICA:
- LIS: forme di saluto, colori, numeri, avverbi, famiglia, stagioni, giorni della settimana, mesi, animali, ambienti, alimenti, mestieri, scuola;
- LINGUISTICA: grammatica della LIS




Torna indietro Stampa